Pandoro semplice fatto in casa

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Ingredienti:

Biga:

  • 65 g Farina Rigosoramente Manitoba (farina di forza)
  • 33 g Acqua a 30°
  • 16 g Lievito (oppure 5 g di lievito Secco)

Primo Impasto:

  • 120 g Farina Manitoba
  • 30 g Zucchero
  • 65 g uova intere

Secondo Impasto:

  • 250 g Farina Mantoba
  • 130 g Zucchero
  • 14 g Miele
  • 185 g Burro
  • 160 g Uova Intere
  • 28 g Tuorli
  • 1 fialetta aroma di Vaniglia
  • 1 fialetta aroma di limone

Procedimento:

Preparazione Biga
Sciogliete il lievito nell’acqua a 30c
Aggiungete tre quarti della farina
Mischiate con una spatola.
Quando la farina e’ assorbita, rovesciate la pasta sul tavolo di lavoro
Impastate con le mani aggiungendo a poco a poco la farina
Quando ottenete un impasto piuttosto liscio, formate una palla
Disponetela nella ciotola
Coprite bene
Fate lievitare fino al raddoppio del volume (60-90 minuti)

Primo Impasto
Mettete la biga nella conca dell’impastatrice (potete anche impastare a mano se vi armate di forza e pazienza)
Aggiungete la farina, lo zucchero e meta’ delle uova
Iniziate ad impastare
Aggiungete a poco a poco il resto delle uova
Impastate per 10-15 minuti fino a che la pasta non si stacca dalle pareti ad ottenete un impasto liscio ed elastico
potete facilitare il distacco, fermando l’impastatrice a meta’ dell’impasto e staccando la pasta dai bordi e dal gancio con una spatola
Formate una palla e mettetela a lievitare in un contenitore al riparo dagli spifferi possibilmente a 25c e ben coperta in modo che non faccia la crosta
Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume (60-90 minuti)

Preparazione Secondo Impasto
Aggiungete al primo impasto la farina, lo zucchero,il miele, i rossi d’uovo, la raschiatura di limone e la vaniglia
Iniziate ad impastare per qualche minuto
Aggiungete poco alla volta le uova intere
Non disperate se sembra un pasticcio. Se usate la farina manitoba, pian pianino l’impasto assorbirà le uova e inizierà a staccarsi dalle pareti
Anche in questo passaggio potete fermare l’impastatrice dopo qualche minuto e staccare la pasta dai bordi e dal gancio e rovesciarla su se stessa
Quando le uova sono assorbite, aggiungete poco alla volta il burro a pezzettini a temperatura ambiente
Continuate ad impastare per 30-40 minuti fino a quando il burro non e’ assorbito, la pasta si stacca dalle pareti e diventa molto liscia ed elasticissima

Spolverate il tavolo di lavoro e le mani di farina (o imburrate tavolo e mani)
Piegate la pasta su stessa 2-3 volte, quindi formate una palla liscia

Imburrate lo stampo del pandoro
Mettete la pasta nello stampo da 1 Kg con la parte liscia rivolta verso il fondo

Imburrate leggermente la superfici in modo che non faccia la crosta
Coprite bene
Mettete a lievitare fino a che la pasta non raggiunge il bordo (circa 2-3 ore a seconda della temperatura)

Portate il forno a 150c
Infornate facendo molta attenzione a non scontrare lo stampo per non rovinare la lievitazione
Cuocete per 35-45 minuti a seconda del forno

Lasciate raffreddare per 30 minuti
Rovesciate il pandoro su una griglia in modo che passi aria sotto e lasciate raffreddare completamente

Spolverate la superficie con dello zucchero velo.
E’ sempre meglio mangiarlo il giorno dopo perché il gusto migliora
Se volete invece conservarlo per mangiarlo nei giorni successivi, lasciatelo raffreddare completamente, quindo chiudetelo ermeticamente in un sacchetto di plastica in modo che non asciughi.

Ricetta presa da vivalafocaccia.
Nota di Paola Inglese: Io l’ho fatta con farina 00 ed è venuto un impasto appiccicoso da lavorare sul piano di lavoro alla fine, cosi mi son infarinata le mani e la pasta, presa e cercato di fare una palla velocissima e messa direttamente nello stampo, aggiustandola con le mani, in modo che fosse uniforme, senza però schiacciarla troppo.

1467264_326050570867166_530932330_n2

1467264_326050570867166_530932330_n

1467264_326050570867166_530932330_n1

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Precedente Cornetti alla vaniglia Successivo Sfogliatelle (metodo)